I migliori TOWER PC

I migliori TOWER per PC – [LISTA AGGIORNATA]

Il pc gaming, dopo anni di successi ottenuti dalle varie console, è ritornato in auge e per assicurarti la migliore giocabilità. Sotto questo punto di vista, non c’è proprio nulla di meglio dei migliori TOWER PC, modelli che, per completezza di informazione, vengono utilizzate anche nelle soluzioni office fra chi non ha particolari necessità.

Quell’assemblaggio di macchine di fascia alto, contraddistinte da bassa rumorosità abbinata ad un design innovativo, quasi futuristico, oltre che dall’eccellente cable management, dallo stile quasi aggressivo, dalla possibilità di slot a fini di espansione e alle eccellenti prestazioni, consente anche ai giocatori più accaniti di vivere emozioni uniche in sfide avvincenti. Nella circostanza in cui tu rientrassi in questa categoria, all’interno di questo articolo ti segnaliamo una lista dei migliori TOWER PC.

Prima, però, a nostro giudizio, è opportuno fare una premessa che si rivela estremamente utile nell’ottica di un eventuale acquisto.

Componenti da considerare prima dell’acquisto di un TOWER PC?

Ne indichiamo sostanzialmente sei: dimensioni, compatibilità, cable management, ventilazione, presenza di vani e numero di porte USB sia sul fronte che sul retro.

Dimensioni

Qual è lo spazio effettivo di cui dispone il TOWER PC per cui hai interesse, nel momento in cui si tratta di montare le periferiche? Occorre tenere conto che se sai certando un computer focalizzato su alte prestazioni di gioco, il ruolo della scheda video risulta di determinante importanza. I modelli di ultima generazione, di quella che è anche nota come GPU, risultano alquanto ingombranti.

In una macchina da gaming, le dimensioni devono essere necessariamente grandi, affinché tu non abbia minimamente a che fare con tutta quella serie di ostiche problematiche che possono verificarsi in fase di montaggio.

Compatibilità

Per ciò che concerne i pc assemblati, vi è sempre quell’annoso problema connesso all’effettiva compatibilità dei singoli componenti. Onde evitare problemi, se non hai particolari competenze tecniche in materia, è sempre preferibile fare un controllo online oppure rivolgersi al proprio tecnico di fiducia. Sarà lui ad indicarti qual è la scheda madre migliore per quel determinato case. In linea di massima ci limitiamo a dire che se i tower case piccoli per dimensioni risultano compatibili prevalentemente con schede Mini ITX o Micro ATX, quelli caratterizzati da dimensioni maggiori sono perfettamente in grado di supportare un maggior numero di schede madri. Prima dell’acquisto, pertanto, onde evitare spiacevoli soprese, urge accertarsi dell’effettiva compatibilità della scheda madre con il case.

Cable Management

La cosa inizialmente può sembrare scontata, ma in realtà non lo è affatto. Nel momento in cui intendi portarti a casa un valido case per pc da gaming, magari dotato anche di finestra, il cable management ricopre un ruolo altamente importante. Lo spazio che si trova dietro la scheda madre garantisce il corretto passaggio di cavi. Vuoi mettere, tirando le somme, quanto è comodo evitare quell’annoso problema inerente al groviglio di cavi, situati nel cabinet e che risultano impossibili da identificare e, peggio ancora da sciogliere?

Ma non è solo l’assenza di estetica, il problema di fondo. Il fatto è che nel momento in cui il circolo dell’aria inizia inevitabilmente a venire meno, è l’intero computer che va incontro al surriscaldamento. E ciò non fa altro che minare le prestazioni della macchina.

Ventilazione

Quante ventole sono disponibili nel TOWER PC a cui sei interessato? O più precisamente, qual è il numero massimo di ventole installabili? Più è alto il numero, tanto meglio. Da un’eccellente ventilazione, infatti, dipendono anche le prestazioni della macchina. Se il risultato è positivo, la minaccia delle alte temperature, da sempre sinonimo di maggiore usura, vengono scongiurate.

Eccezion fatta per la CPU, che per forza di cose deve contare su un dissipatore ad hoc, le ventole del case hanno come mission di fondo il raffreddamento di tutti i rimanenti componenti. Requisito indispensabile di un pc top di gamma nel campo del gaming è di fatto la presenza in dotazione di più ventole. Essere poi a conoscenza del numero massimo di ventole installabile si rivela utilissimo, perché con il passare del tempo potrebbe essere necessario aggiungerne una nuova. Tieni conto che quest’ultimo parametro non incide più di tanto sul prezzo, al momento dell’acquisto.

Presenza di vani

Un TOWER PC che si rispetti non può fare a meno di un cospicui numero di vani frontali, affinché hard disk e masterizzatori possano essere montati senza il minimo intoppo. I case di ultima generazione si contraddistinguono per la facilissima rimovibilità dei vani, oltre che per la loro rapida installazione. La cosa si manifesta assai utile non solo al momento dell’assemblaggio, ma anche quando diventerà impellente procedere alla loro sostituzione. Se i TOWER PC di alto livello possono contare su un sistema ventilato anche per quanto riguarda la parte frontale, le soluzioni compatte presentano il più delle volte la chiusura dei vani.

Numero di porte USB sia sul fronte che sul retro

Quando scegli per una macchina di questa tipologia, anche il numero di porte USB sul fronte e sul retro può fare la differenza. Se necessiti di un collegamento con le periferiche veloci, la presenza di una porta USB 3.0 è indispensabile, per il semplice fatto che avrai l’opportunità di adottarla con chiavette USB e dischi portatili esterni.

Quali sono i migliori TOWER PC?

Ecco l’elenco che ti proponiamo.

Thermaltake Versa H15

Apriamo la lista dei migliori TOWER PC, citando questo minitower da game, decisamente low cost, che ha dalla sua 4 ventole da 120 mm: le prime due sono da aspirazione, le restanti due da scarico. Il raffreddamento complessivamente si rivela ottimo per l’hardware. Per una configurazione avanzata, vale la pena installare sia il dissipatore del processore, meglio se ad un’altezza pari a 155 mm. Corrispondono infine a 355 mm, le dimensioni massime della scheda video installabile.

Thermaltake Versa H15
  • Porte anteriori: 1x USB 3.0, 1x USB 2.0, audio HD
  • 1 ventola da 120 mm preinstallata
  • Finestra laterale
  • Dimensioni Mainboard: 6,7 “x 6,7” (mini ATX), 9,6 “x 9,6” (Micro ATX)
  • Peso: 3,5 Kg

Itek ITGCR03

In quanto a TOWER PC da gaming, il modello in questione, tipicamente di fascia alta, sa davvero il fatto suo. Le sue prestazioni con i titoli di ultima generazione, eccellenti per fps e grafica, sono a dir poco da urlo, ma solo a patto che si utilizzino componenti di alto livelli e, in particolar modo, processori high end e schede video.

Cosa ha di tanto speciale l’Itek ITGCR03? Al suo interno, le sette slot di espansione PCI e i sei drive bay gli consentono di ospitare il meglio del meglio in termini hardware. Le tre USB (una è una 3.0 ed è il top in quanto a trasferimento di file pesanti), il design curato, la visibilità laterale delle periferiche montate, la ventola a led rosso che agevola il riciclo dell’aria, e, dulcis in fundo, il cross-fire fra GPU, dischi ottici e schede madri. E su questo punto, c’è da dire che hai soltanto l’imbarazzo della scelta. Infine, la suddetta soluzione ha dalla sua anche un ottimo card reader multiformato.

Se sei il tipo che predilige fare affidamento sulle microSD piuttosto che sulle USB, questo TOWER PC merita davvero.

In cosa questo prodotto, tipicamente da gaming non è propriamente il massimo? La fattura dei materiali non è purtroppo degna della fama delle prestazioni.

Thermaltake Versa H15
  • Numero di porte USB : 2 (2.0) e 1 (3.0)
  • 1 ventola a led rosso è presente sulla parte frontale
  • 6 drive bay e 7 slot di espansione pci
  • Dimensioni Midi-Tower: 20,3 x 47,5 x 43,7 Centimetri
  •  Peso: 3,8Kg

Cooler Master Masterbox Lite 5

Se non è il migliore TOWER PC, ci manca davvero poco, visto che il produttore, grazie a questa soluzione, ha realizzato un capolavoro in quanto ad assemblaggio. Splendido nelle forme e nel design, grazie ad una colorazione rossonera ad alto impatto visivo, eccellente in quanto a prestazioni da gaming, spazioso al punto giusto da permettere l’inserimento delle schede video all’avanguardia, tipicamente ingombranti. Il trasferimento di file pesanti, come i filmati, è reso possibile dalla USB 3.0. I due jack da 3,5 mm e la reattività in fase di risposta da parte delle periferiche connesse completano la descrizione di un articolo, senza dubbio alcuno davvero meritevole di attenzione. Giudizio assai positivo anche perché Cooler Master Masterbox Lite 5 ha dalla sua ben due supporta schede madri ATX, Mini-ITX e Micro ATX.

Ma è forse la ventola da 120 mm, situata sul retro, che permette a questo modello di fare il definitivo salto di qualità grazie al raggiungimento di un temperature ottimali per i componenti interni, grazie ad un processo di raffreddamento realizzato a regola d’arte. Anche nel corso della stagione estiva, il pannello frontale realizzato in plexiglass non tende a riscaldarsi. Da rivedere la chiusura del pannello frontale. Non ci convince, perché, specie nei casi di lavoro intensivo, la ventilazione appare decisamente ridotta. In ogni caso, nel momento in cui eleganza e funzionalità si fondono, questi sono i risultati. Validi, direi!

Cooler Master MasterBox Lite 5
  • 2x Jack 3.5 mm, LED, 468.8 x 200 x 454.5mm, 5.1 kg
  • USB 3.0 x 2; audio in / out
  • Scheda madre: ATX, Micro-ATX, Mini-ITX
  • Ventola posteriore da 120mm x 1
  • Dimensioni: 49,23 x 25,38 x 48,15 Centimetri
  • Peso: 5,67 kg

Corsair Carbide CC-90110777-WW

In termini di marchio, Corsair risulta una garanzia, dato che la sua affidabilità è migliorata di anno dopo anno, mettendo in commercio soluzioni caratterizzate da struttura solida e hardware innovativo. Il vantaggio competitivo della suddetta macchina risiede tutto nei pannelli fonoassorbenti, installati in modo predefinito. Risultato? Il livello di silenziosità è ai massimi livelli. Ottima la presenza di due ventole da 120 millimetri. Se lo reputi opportuno, puoi anche installare altre tre ventole di uguale misura. E con cinque ventole in totale, inutile dire che il sistema di raffreddamento interno va poi ad esprimere performance che nulla hanno da invidiare ai TOWER PC rientranti nella fascia dei top di gamma. L’inquinamento acustico nell’ambiente di riferimento è un problema che di fatto non sussiste. Un raffreddamento che è stato ribattezzato come “creativo”, in quanto indirizza il flusso d’aria in maniera diretta sulla scheda grafica con lo scopo effettivo di assicurarti la correttezza delle operazioni anche a fronte dello stress dovuto alle sessioni di gioco piuttosto intensive.

Menzione speciale la merita di certo il controller delle ventole a tre velocità regolabili. In questo modo, hai la possibilità di impostare il raffreddamento in relazione alle tue personali necessità. Al fine di velocizzare il montaggio, il produttore ha optato per diversi vani sprovvisti di viti. La gestione dei cavi verte tutta sui fori. Se l’intento era quello di evitare fastidiosi intrecci nel case, Corsair ha centrato appieno il suo scopo.

Ci piace inoltre il fatto che la struttura interna sia altamente personalizzabile per via della presenza di quattro appositi moduli. Idem, la possibilità di poter inserire ben due USB 3.0 con l’intento di rendere veloce ogni singolo trasferimento di dati.

Di converso, in cosa il Corsair Carbide CC-90110777-WW poteva risultare migliore? Le sue prestazioni in qualità di gaming sono tutto sommato discrete, anche un aumento dello spazio, fondamentale dal punto di vista del montaggio delle GPU in cross-fire avrebbe scavato un solco con i competitor. Peccato!

Nel complesso, l’articolo in questione si dimostra assai flessibile per quanto riguarda l’installazione di hardware di fascia alta, pur non avendo gli effetti visivi all’avanguardia, tipici dei modelli di ultima generazione

Corsair Carbide 100R
  • Moduli interni: 4
  • Pannelli fonoassorbenti preinstallati per eliminare il rumore
  • Conformità alle specifiche: ATX
  • Fattore di forma: Mid tower
  • Schede madri compatibili: ATX, Micro ATX, Mini-ITX
  • Dimensioni: 46,99 x 20,07 x 42,93 Centimetri
  • Peso: 4,81 kg

Aerocool V3X Case per PC

Un mid tower, dalle dimensioni assai contenute, particolarmente adatto a chi non può contare su uno spazio sufficiente sotto alla scrivania. Con questo pc, decisamente minimalista a vedersi, il produttore ha lasciato chiaramente intendere di preferire la funzionalità all’estetica. Lo strato di acciaio sottile, pari a 0,5 millimetri, è davvero ottimale quando si tratta di salvaguardare questo articolo decisamente leggero. Non traggano minimamente in inganno le misure. Stando a quanto evidenzia il produttore, la possibilità di installare un numero massimo di ventole pari a quattro, permette di poter sfruttare appieno la temperatura della CPU. La possibilità di veder alloggiati un numero di dischi massimo pari a 4 a livello frontale si rivela caratteristica che piace ai più. La compatibilità con svariate schede madri, fra cui ATX/M, Mini ITX e Micro ATX piace a tutti. Non male poi la presenza di 350 millimetri di spazio, volto a garantire la possibilità di installare una scheda grafica. Quante ventole massimo è possibile inserire? Ben quattro. In estate, nel corso delle sessioni di gioco decisamente sopra la media in termini di intensività, l’aerazione dell’intero contesto ambientale interno assicura il raffreddamento bilanciato di tutti i singoli componenti di natura hardware. Zero sbavature in quanto a resa costruttiva. La scelta di ricorrere come materiale all’alluminio leggero, alla fine paga. Buone anche le plastiche lucide anche se forse sarebbe stato il caso di tenerle opache.

Non riesce affatto a convincerci la scelta del case. Se cercassi un articolo altamente professionale oppure di nicchia, per via di configurazioni troppo complesse, non è di certo questo il modello che fa al caso tuo.

Aerocool V3X
  • Formato: Mid tower
  • Colore: Nero
  • Dimensioni max scheda madre: ATX
  •  Possibilità di installare fino a 4 ventole
  • Dimensioni: 17,6 x 41,2 x 41,2 Centimetri
  • Peso: 3,93 kg

Empire Gaming

Rossonero nel colore ad alto impatto visivo, particolareggiato in quanto a design, soddisfacente a livello di resistenza della struttura è scarsamente usurabile, l’Empire Gaming si rivela il prodotto dal miglior sistema di ventilazione tra quelli descritti. Sono ben tre le ventole da 120 mm, munite di ben 15 LED. La progettazione delle ventole ruota attorno alle pale aerodinamiche, il cui scopo numero uno consiste nel la garanzia di un raffreddamento, all’insegna della silenziosità massima, oltre che del raffreddamento che avviene in tempistiche assai ridotte. Come in altri modelli, la trasparenza del pannello laterale garantisce la visibilità totale della configurazione. Infine, il pannello da 28 mm risulta decisamente agevolato, e non di poco, in quanto a gestione organizzativa dei cavi.

Empire Gaming
  • Formato: Mid tower
  • Colore: Nero
  • Dimensioni max scheda madre: ATX
  • Capacità massima di ventole: 6
  • Numero di ventole incluse: 3
  • USB 3.0 x2 (Collegamento USB 3.0 / Scheda madre con prolunga 20 spinotti)
  • USB 2.0 x2
  • Audio HD: Cuffia x1 / Micro x1
  • Pulsante On/Off
  • Pulsante Reset
  • Indicatori LED
  • Dimensioni: 53,4 x 52,4 x 25,5 cm
  • Peso: 4,3 Kg

iTek Otto

Un modello di fascia media, contraddistinto da forme stondate e compatte, oltre che da un design canonico e da un prezzo tutto sommato abbordabile, ideale forse per chi cerca una soluzione più da ufficio che da gaming. Per quale motivo vale la pena optare per il seguente TOWER PC? Semplicemente perché è altamente funzionale. Inoltre, è poco ingombrante. Quindi, nei monolocali e nei bilocali è un ottimo alleato in termine di ottimizzazione degli spazi. Feedback positivo anche per il processo di circolazione dell’aria, agevolato dalle forme del modello che, tra le altre cose, garantisce anche una più che valida distribuzione dei diversi componenti. Infine, altro punto a favore dell’iTek Otto risiede nelle due USB presenti, deputate alla semplificazione dell’archiviazione dei documenti, del trasferimento dei dati e del collegamento con la pendrive. Le si trova nella parte frontale satinata, dove alloggiano anche il lettore multi scheda che è compatibile sia con SD che con MMS, i connettori audio e il tasto di accensione che quando entra in funzione si illumina di blu.

In cosa l’iTek Otto, invece, proprio non ce la fa a convincerci? Del supporto ad un numero ridotto di schede madri, e nello specifico solo alle Micro ATX, ce lo si poteva immaginare. L’assenza di ventole non gioca a suo favore, anche se all’interno vi è l’apposita area adibita al suddetto scopo. I materiali non passeranno di certo alla storia in quanto a fattura. Se i movimenti del case vengono ridotti al minimo, il problema dell’usura viene di fatto risolto.

Tirando le somme, il TOWER PC in questione è tipico delle configurazioni da ufficio low cost. Spartano.

iTek Otto Midi Tower Matx
  • Formato: Mid tower
  • USB: 2xUSB2.0, Mic & HD audio
  • Dimensioni Mini-Tower: 17,6 x 38,5 x 36,1 cm
  • Peso: 3,9 Kg

Conclusioni

L’assemblaggio di macchine di alta fascia è ritornato a distanza di anni una delle mode più gettonate tra gli amanti dei giochi. Prima di acquistare uno dei suddetti modelli, principalmente validi in ambito gaming e solo dopo a livello di ufficio, occorre farsi la domanda sulla tipologia di hardware da installare. Il budget merita massima attenzione, specialmente se si crede che il solo ingombrante dissipatore è disponibile sul mercato alla modica cifra di poco superiore ai 1.000 euro.

Tieni poi conto che durante l’assemblaggio di un pc dedicato al gaming, l’impatto visivo e la resa estetica ricoprono un ruolo di cruciale importanza. Se 7 gamer su 10 sono dell’idea che avere un TOWER PC curato e con regolare manutenzione, c’è da dire che la cosa non è di certo di poco conto.

E tra i migliori TOWER PC testé indicati, c’è solo l’imbarazzo della scelta in quanto a funzionalità, silenziosità e modernità del design. A te la scelta per giocare alla grande!

.